martedì 19 giugno 2012

Ri-Budino di Kos

Ripubblico "pari pari" questa ricetta (era del maggio 2011) per partecipare ad un contest sullo yogurt.
Cioè "Budino di Kostas".  
Questa è la versione mia di un dessert che mangiai in Grecia un bel po’ di anni fa.
Mi feci dire come era fatto e ben lungi dall’immaginare della mia futura passione per la cucina, l’ho sempre custodito in una piccola parte del cervello (no nel cervelletto altrimenti avrebbe fatto una brutta fine – più che un budino ora sarebbe tipo scultura post-moderna).
Ora, dopo solamente 25 anni, l’ho voluto provare, eccolo qui (ho sostituito le fragole tiepide alla macedonia che ad agosto, in Grecia, in vacanza, giovani e belli – mica poi tanto "belli" - era tutta un’altra cosa e ho usato l’agar agar (che a quei tempi neanche se ne sospettava l’esistenza) invece della gelatina.
Naturalmente farei ancora un paio di modifiche, tipo:
1. le noci frantumate in pezzi più piccoli
2. … l’atra non me la ricordo più (l’avevo ripensata 2 minuti fa… ma l'ho già dimenticata. Ma la scultura post-moderna nel mio cervelletto?... Ne vogliamo parlare?


Ingredienti per 4 persone (4 budini):
2 barattoli di yogurt greco “Total 0%” (mi sembra 170g+170g)
50 g di zucchero
3 g di agar agar in polvere (se volete potete usare la colla di pesce)

Per la presentazione:

4/5 cucchiai di miele*
4/5 gherigli** di noci
250 g di fragole
1 cucchiaio di zucchero

* io non amo molto il miele di castagno, quindi avevo un 1000fiori normale, però se vi piace il suo amarognolo può creare un contrasto interessante… eh? Vi sono sembrata per un attimo Laura Ravaioli? No?


** dicesi “gheriglio”: metà dell’interno di una noce sgusciata… almeno credo!

Procedimento:

In un pentolino su fuoco medio, sciogliere con un cucchiaio d’acqua lo zucchero. Quando si è sciolto e non ha ancora preso colore versarlo nel bicchiere del frullatore ad immersione (o simili purché stretto e alto) con lo yogurt e dare una frullata.
Nello stesso pentolino (che si sarà raffreddato nel frattempo) sciogliere l’agar agar in 4 cucchiai d’acqua e mettere sul fuoco per 5 minuti (comunque leggete le indicazioni sul barattolo – può darsi che sbaglio qualcosa, l’unica cosa di cui sono sicura è il dosaggio: 3 grammi). Ora unirlo allo yogurt/zucchero e frullare bene.
Versare il composto nelle coppette e quando è tiepido mettere in frigorifero per almeno 1 ora.
Una volta indurito, sformarlo e mettere su ogni budino il miele, le noci frantumate e tostate in un padellino a secco. Accanto mettere un paio di cucchiai della dadolata di fragole possibilmente tiepida (nello stesso padellino delle noci mettere le fragole tagliate a cubetti, lo zucchero e un paio di cucchiai di acqua far andare a fuoco vivo girando per 2 minuti).
Servite.
Un figurone! 

Ecco il Contest a cui partecipo: 

7 commenti:

  1. SArà sicuramente ottimo questo budino e poi si presenta molto bene

    RispondiElimina
  2. dann è una ricetta particolare e buonissima, lo voglio provare sia con il miele di castagno che con il millefiori.un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Mi piace questo budino! Sicuramente diverso dal classico, lo devo assolutamente provare!!!! Ma l'agar-agar è difficile da trovare... mi sa che userò la colla di pesce!
    Ricetta inserita x la mia sfida di giugno!
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  4. Che delizia!
    Da provare!! Ti seguro, se ti va passa a fare un giro da me:http://lestagionideisapori.blogspot.it/
    A presto

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".