sabato 8 settembre 2012

Gelato di ricotta e pistacchi

E’ ispirato al cannolo siciliano… a luglio sono andata in Sicilia e ci ho lasciato il cuore (nulla togliere alla mia amata Sardegna… insomma tutte le isole per me sono speciali - quasi tutte: qui a Roma abbiamo l’Isola Sacra: beh, non c’è proprio lo stesso feeling… non ci andrei a vivere tutta la vita – anche perché vorrebbe dire andare a vivere in ospedale infatti è un’isola piccolissima in mezzo al Tevere dove su quasi tutta la superficie sorge l’Ospedale Fatebenefratelli. Non lo augurerei al mio peggior nemico, figuriamoci a me).
Sono gli stessi ingredienti del ripieno del cannolo: ricotta, pistacchi, zucchero, ciliegia candita…
MA
vista la stagione,
visto il caldo,
vista la stagione molto calda 
e vista la mia scelta di non cimentarmi MAI in piatti famosi (perché data la mia fissazione del “magroatuttiicosti”, “zuccherato sì, ma il minimo indispensabile”, “olio e burro si usano con parsimonia”, “panna e mascarpone: vade retro satana… insomma: non sarebbero mai uguali agli originali tanto meno più buoni)*,
e visto anche – non da sottovalutare - che mi ero fissata:
ho fatto questo gelato.
La prima volta non si è solidificato e i pistacchi erano tritati troppo fini; la seconda volta – nella fotografia – era buonissimo.

* Insomma: la mia “cucina” è leggera ma molto spesso un bel po’ d’olio in più fa la differenza – “Ugolini docet” e chi vuole capire capisce).

Ingredienti per 8 persone:
500g di ricotta (vedi QUI al n. 25)
150g di pistacchi
130g di zucchero
2 albumi
succo di ½ limone (facoltativo)
50cc d’acqua
ciliegie candite

Procedimento:

con un batticarne frantumare i pistacchi non troppo fini e metterli sul fuoco in un padellino “a secco” per un paio di minuti muovendoli in modo che si tostino uniformemente. Metterli da parte e nello stesso padellino mettere l’acqua e metà dello zucchero girando finché non si scioglie e bolle ottenendo uno sciroppo.
Nel frattempo avrete semimontato gli albumi con l’altra metà dello zucchero e il succo di limone se lo usate.
Una volta ottenuto lo sciroppo acqua/zucchero bollente, versarne meno della metà a filo sulla parete della ciotola dove state montando i bianchi – questo per pastorizzare le uova ed evitare i relativi schizzi bollenti.
L’altra metà di sciroppo mettetela in un frullatore insieme alla ricotta e fatelo andare per un paio di minuti.
Ora unire tutto tranne le ciliegie: ricotta/zucchero, albumi/zucchero e i pistacchi mescolando con una spatola dal basso verso l’alto molto delicatamente in modo che non si smonti la “neve”.
Mettere questo composto nella gelatiera e una volta pronto – la mia circa mezz’ora - metterlo in stampini da crème caramel pressando bene e mettere in freezer per ¼ d’ora dopodichè immergere lo stampino in acqua bollente per 5 secondi o anche meno, sformare e guarnire con mezza ciliegina.

9 commenti:

  1. Che bontà! Adoro la sicilia e anch'io ci ho lasciato il cuore e messo su 2 kg quasi dopo 2 settimane di vacanza!! ;-)

    Kiss

    RispondiElimina
  2. L'ho fatto anche io e...è irresistibile!!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  3. una bella variante!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Grazie dei commenti... ma provatelo adesso che fa ancora caldo.
    Dann

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".