mercoledì 3 ottobre 2012

Torta di cioccolato e pere

Senza uova, senza burro, senza zucchero, senza latticini… 


Tutto cominciò quando vidi nel sito di Cobrizo una torta di cioccolato e pere - più precisamente questa
QUI: era intrigante, stimolante, senza questo e senza quello… una torta adatta a me.
Così la volli provare – o meglio: cominciai la sfida. Nonché la ricetta originale non andasse bene, solo che ho voluto cambiare un po’ qua e un po’ là, e quindi…
L’ho fatta 3 volte: una volta era un po’ troppo, un’altra volta un po’ meno finché alla terza dissi dopo l’assaggio “… è perfetta!” (mia figlia che era nei paraggi in quel momento, dopo aver sentito e soprattutto non sapendo che ci combattevo da tre giorni, mi ha guardato con il disgusto come solo una figlia dodicenne è capace e mi ha detto: “modesta!”. 

Comunque fatto sta che ora la pubblico perché trovo che ne valga la pena: è velocissima e penso proprio che la rifarò - tra un po’ di giorni però perché ora ne ho abbastanza di pere e di cioccolato! 

 Ingredienti:
100g di farina 0

150g di farina integrale
60g di olio di mais
200g di cioccolato fondente
150g di sciroppo d'acero
100g di latte di soia
una bustina di cremortartaro* o lievito
2/3 pere ben mature e dolci
un pizzico di sale

cacao per decorare

Nel mixer polverizzare il cioccolato nella farina con un pizzico di sale.

Unire il cremortaro e mescolare.
Inglobare l'olio, lo sciroppo d’acero e il latte e mescolare ancora.
Versare in una tortiera unta ed infarinata l'impasto.
Lavare, e se sono biologiche non sbucciare e tagliare le pere a fette, quindi disporle sopra l'impasto.
Infornare a 170° per 35’ minuti in forno statico.

* il nome chimico è bitartrato di potassio, ma è semplicemente un agente lievitante naturale. Può essere usato da solo, ma spesso è venduto miscelato a bicarbonato di sodio, che lo attiva, in presenza di acqua.

E' amato anche dai vegetariani e vegani perchè il lievito chimico contiene invece spesso uno stabilizzante che può provenire da bovini o da suini.
Inoltre ha il pregio, per gli intolleranti, di non contenere i microorganismi tipici ad esempio del lievito di birra, che fanno fermentare gli zuccheri. (NOTA ORIGINALE DI ”COBRIZO”)


Per accompagnarla:

CREMA di ZUCCHERO di CANNA e CANNELLA

Ingredienti:

8 tuorli d'uovo
1/2 lt di latte
1/2 lt di acqua
70g di amido di mais
100g di zucchero di canna
250g di ricotta (vedere QUI al n°25)
vaniglia
½ buccia di limone biologico
2-3 stecche di cannella

Mettere i rossi, la vaniglia e lo zucchero in una ciotola e montare bene. Aggiungere pian piano l'amido; contemporaneamente mettere sul fuoco il latte e l'acqua con la buccia di limone e la cannella in stecche (non in polvere altrimenti scurisce troppo la crema). Appena fuma un po’ aggiungere il composto ben amalgamato e mischiare ancora con la frusta; appena bolle tirare via e continuare a girare.

Togliere le bucce e le stecche di cannella, unire la ricotta e frullare con il minipimer (se questo passaggio la rendesse troppo liquida far rassodare ancora sul fuoco.

N.B.
Se avete usato un pentolino con il fondo spesso, toglietela subito a fine cottura altrimenti continua a cuocere e si rassoda troppo.

8 commenti:

  1. a me sembra perfetta e ottima anche la crema per accompagnarla

    RispondiElimina
  2. il cioccolato e le pere vanno a nozze!
    torta perfetta!
    felice serata!

    RispondiElimina
  3. Dann, sono contenta che ti sia piaciuta l'idea! :-)
    Anch'io la cambio ogni volta. Ultimamente anche con 250 gr di farina e solo 50-60 gr di olio, 100 di cioccolato, il malto al posto dello sciroppo d'acero ed aggiustando con un po' più di latte vegetale ...
    Lo scopo però è cercare di alleggerire i dolci da uova, latticini e soprattutto abolendo lo zucchero! Il perchè è qui:
    http://lericettedisalutiamoci.blogspot.it/2012/08/zucchero.html
    Conosci Salutiamoci? Avresti voglia di parteciparvi?
    A presto,
    R.

    RispondiElimina
  4. Ciao.
    Complimentissimi per le illustrazioni (mi piacciono proprio tanto).
    Salutiamoci? No, non lo conoscevo e mi piacerebbe partecipare.
    Ma, ora in questo momento sto scappando perchhé sono in un ritardo folle dato che siccome mi è saltata tutta la veste grafica del blog ho doovuto rabberciarla... mi sono alzata prestissimo ma ho fatto tardi uguale.
    Questo per dirti che nel pomeriggio torno e vedo tutto meglio.
    Ciao.
    Non mi ricordo più se sei dii Roma.
    CiaCiao,
    Dann

    RispondiElimina
  5. Buonissimo, amo i dolci con le carorte!!! Buon venerdì

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".