venerdì 14 dicembre 2012

Intervallo

Sto lavorando ma niente "cucina" (si tratta del mio lavoro originale di grafica. Sto realizzando delle proiezioni per uno spettacolo teatrale sulla lirica... insomma la cucina non c'enta niente).

venerdì 7 dicembre 2012

Torta di albumi al gianduia e arancia

Per 6 persone:
3 albumi
250 di ricotta
200 di cioccolato gianduia (non la nutella)*
30 di farina
30 di amido di mais
30 di zucchero di canna
100g di marmellata d’arance
scorza di 1 arancio biologico
½ di bustina di lievito
50cc d’acqua

Setacciare le 2 farine e il lievito; c
on delle fruste elettriche iniziare a montare gli albumi e dopo qualche giro appena sono diventate schiumose unire lo zucchero e montarli a neve, cioè fino a quando sollevando le fruste l’albume rimane attaccato e inclinandole forma un “becco d’aquila” .
In un’altra ciotola mettere il cioccolato spezzettato con le mani, la ricotta, la mamellata, la scorza grattugiata e 50cc d’acqua: mettere nel microonde alla massima potenza 1 minuto per 2 volte rigirando tra un ciclo e l’altro - oppure sciogliete tutto a bagnomaria; con un minipimer mescolatelo fino ad avere una crema omogenea.
A questo punto unire il composto cioccolato/ricotta al composto delle polveri mescolando dal basso verso l’alto.
Trasferire in una teglia de 23cm e cuocere a 170° gradi per circa 40 minuti (dipende dal forno).
In forno sarà alta circa 4 cm ma appena tirata fuori si abbasserà.
E’ perfetta accompagnata con la “crema di yogurt” che inserirò la prossima volta.

* Se no lo trovaste usate il cioccolato normale + 50g di nocciole tritate finissime e altri 50cc d’acqua. 


Con questa ricetta partecipo al contest:

martedì 4 dicembre 2012

Rosa, rosae…

Piucché la ricetta del dolce è importante il colore: rosa chiaro e rosa fucsia… ed è SUCCO DI BARBABIETOLA.
Sono tanti anni
che coloro i dolci così, è fantastico!
(mi sono avventurata anche nel profitterol rosa - non ho foto perché era di un po' di anni fa -  e nella mimosa rosa - QUI)  

Ne serve veramente poco e il risultato è brillantissimo e non influisce sul gusto del dolce.
  • Per un rosa diverso usate i lamponi o l'Alchermes
  • Per il giallo usate lo zafferano o quello finto o la curcuma (detta anche zafferano indiano)
  • Per il verde gli spinaci o la menta fresca
  • Per il viola le more
  • Per il blu/viola i mirtilli
  • Per il nero/grigio scuro il nero di seppia o le olive nere al forno o quelle dei barattoli che non sanno dii niente*, tronchetti di liquerizia polverizzati,
  • Per il rosso il concentrato di pomodoro*
  • Per il rosso più brillante: curcuma + barbabietola
  • Per il marrone usate il cacao o funghi secchi*.
    * SOLO se la ricetta è salata.
Provate.
Io comunque inserisco la ricetta anche dei cupcake. 

 


Cupcake paradiso.

150g di farina 00

75g di fecola di patate
4 uova
70g di burro
estratto di vaniglia
½ bustina di lievito
un pizzico di sale

Frosting rosa alla ricotta:

1 cucchiaino di succo di barbabietola*
50g di ricotta
50g di zucchero a velo

* quel poco che c’è nella busta della barbabietola conservata oppure prendere un pezzetto di barbabietola - sempre quella conservata perché tinge di più - e frullarla ottenendo una pappetta


Montare lo zucchero con il burro a temperatura ambiente con le fruste elettriche finché il composto non diventa chiaro e soffice.

Unire le uova anch’esse a temperatura ambiente e montare. Unire ora la farina, la fecola e il lievito setacciati insieme ed una volta omogeneo unire l’estratto di vaniglia.
Riempire l’apposita teglia dei muffin con dei pirottini (vedi QUI al n. 20) e con un dosa gelati a molla (o semplicemente con un cucchiaio riempire ogni pirottino fino a 2/3.
Cuocere a 180° per 20/25 minuti (dipende da forno e dalla quantità di composto).
Far raffreddare e decorate con una tasca da pasticcere o con l’apposita siringa.

Per la decorazione:

mettete in una ciotola la ricotta, lo zucchero a velo e il succo, frullate con un frullatore ad immersione finché il composto non risulta omogeneo (si rapprenderà dopo un paio d’ore ma si possono mangiare anche subito).  



Quest'ultima foto di questo è per
il Calendario 2013 di Ammodomio 
(sperando che continui con questa iniziativa anche nel 2013):
P.S. NEL 2013 NON LO FARANNO PIU'!

domenica 2 dicembre 2012

Patate e zucca al vino bianco

Per 12 persone:
1 kilo di patate
1 kilo di zucca
4 teste/dente di aglio
rosmarino fresco
vino bianco
40cc d'olio extravergine d'oliva + un po' per la teglia
pepe nero macinato al mulinello
sale q.b.

Fare a dadini di circa 3 cm le patate e netterle a bagno per un'ora circa muovendole ogni tanto.

Fare a dadini anche la zucca.
Sciacciare forte i 4 spicchi d'aglio senza sbucciarli.
Unire in una teglia ben oliata patate, zucca, aglio, rosmarino, abbondante pepe nero e mischiare.
In un barattolo unire il vino e l'olio chiudere ed agitare finché non si crea una specie d'emulsione. Versarla sulle patate e mischiare (non vi preoccupate se vi sembrerà esagerata, poi con la cottura viene assorbita).
Cuocere per circa 45' minuti a 200° gradi mischiando ogni tanto. Una volta tirate fuori dal forno, salare, mischiare di nuvo e servire.