venerdì 8 febbraio 2013

Fritto? E che fritto sia!


Ma che sia almeno INTEGRALE.
Non nel senso che friggo tutto ciò che incontro (anche se in un certo senso avrebbe il suo perché – l’olio è nella padella… smaltirlo è comunque complicato… io e il mio compagno Pedro Bò che mi ha aiutato puzziamo già come due supplì…) ma nel senso di farina integrale e zucchero integrale (cioè di canna).
Almeno fatevi lo zucchero a velo in casa! In realtà ci sarebbe andato benissimo lo zucchero a velo di canna (QUI al 6) ma se mettevo anche quello mia figlia (erano per la sua classe) me le avrebbe tirate appresso… quindi ho usato normalissimo zucchero a velo bianco.
Nella fotografia c’è la versione al cioccolato e la versione alla cannella; io le ho fatte al cioccolato (per dei bambini, ops, ragazzi le trovo molto più adatte).
Non unite le due versioni, non nel senso che non possono stare nello stesso vassoio, ma nel senso di una stessa frappa ricoperta di zucchero a velo e cannella con striature di cioccolato fondente – secondo me cannella e cioccolato fondente stanno malissimo insieme… è solo una mia modesta opinione.
Mia figlia, conoscendo le mie fisime, mi ha chiesto preoccupatissima prima che le facessi, “Ma le fai fritte o al forno?” ed io come se la risposta fosse ovvia: “Ma fritte certo!”.
In realtà la verità è che le frappe al forno non esistono!
Cioè esistono frappe casalinghe fatte al forno, ma quelle industriali con la dicitura sul pacchetto “AL FORNO” in realtà sono pre-fritte e dopo ripassate in forno, cioè non sono più salutari di quelle normali.
Riguardo a quelle casalinghe ho una ricetta che voglio provare ma ieri sera non mi sembrava il caso di fallire e quindi ho fritto.
Poi, alla fine, sempre perché mi dispiace sprecare cose alimentari e perché la mia Titti tende già al “barattolo con 4 zampe” e perché non si butta via niente:
sapevo che i pizzoccheri (la pasta del Valtellina) si chiamano così perché originariamente si facevano prendendo pezzetti del loro apposito impasto a pizzicotti…
allora ho preso tutti i ritagli di pasta delle frappe, li ho rimpastati insieme, fatti su in una palla e da questa ho preso della pasta con dei pizzicotti dopodiché l’ho fritta…
e dato che
“…fritta è buona anche una suola di scarpa”
…questi, spolverati di zucchero a velo, sono buonissimi; ancora più buoni passati nel cioccolato fuso.
Bruttissimi ma buonissimi. 




Frappe integrali

450g di farina integrale
100g di zucchero integrale (Demerara)
50g di burro
50cc di latte scremato (oppure 25cc l. intero + 25cc acqua)
50cc di grappa (avevo dimenticato di scriverla)

vaniglia vera
1 pizzico abbondante di sale
cannella in polvere
50g di cioccolato fondente
olio per friggere

Dopo aver montato con delle fruste elettriche l’uovo (a temperatura ambiente) con lo zucchero finché questo composto non raddoppi il volume.
Unire ora il burro sciolto, il latte, la grappa e la farina setacciata e i pezzetti che rimangono nel setacciop e il sale.
Lavorare a lungo e raccogliere l’impasto in un disco alto circa 3cm che metterete a riposare in frigorifero debitamente coperto.
Passato questo tempo con la macchina sfogliatrice (Nonna Papera) e coc la rotella zigrinata formate le frappe (devono essere finissime: passatele fino al penultimo buco).
Friggetele a fuoco medio-alto per pochissimo, il tempo di buttarle e di girarle e già si imbiondiranno.
Toglietele e mettetele a scolare su carta da cucina. 

E’ importante che non riempiate troppo la padella (io friggo in una wok) perché altrimenti si abbasserà la temperatura dell’olio e non friggerà piu bene. 
Una volta fredde e scolate spolverare con lo zucchero a velo.
Sciogliete il cioccolato e con una siringa (quelle della farmacia la più grande che c’è o se siete pratici un conetto di carta forno) o al limite intingendo i rebbi di una forchetta fate delle striature direttamente nel vassoio in cui le avete messe. 





Con questa ricetta partecipo a:

volevo partecipare anche a:
  di Batuffolando.
Ma non ho la fotografia della preparazione e dato che era una regolza importante...

16 commenti:

  1. Brava, hai avuto una bellissima idea, saranno ottime!!! Quindi al forno non esistono, qualche anno fa ho provato a farle in casa, che disastro!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ma nella ricetta mancavano i 50cc di grappa (fondamentale - non ho capito se proprio la grappa nello specifico o anche qualsiasi altro alcolico - perché pare faccia fare le bolle.
      Quelle confezionate non sono al forno, in casa ci si prova (io per esempio ho una ricetta CON FOTO che voglio assolutamente provare - se vengono bene e sono buone le pubblico).
      Ciao, Dann

      Elimina
  2. Grazie mille per essere stata nel mio blog. Con piacere immenso ricambio la visita e mi segno tra i tuoi lettori. E mi prendo pure una frappa integrale....grazie!

    RispondiElimina
  3. Ho copiato la ricetta ancora prima di lasciarti un commento...mi piace tantissimo l'idea di farle con la farina integrale, poi il cioccolato sopra è una cosa golosissima!!!
    Grazie, mi sa che domani mi 'tocca' friggere!!! Baci, Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carnevale, ogni fritto vale!!!!
      Buon fritto:
      Dann

      Elimina
    2. @ Roberta:
      hai visto che mi ero scordata la grappa.
      Se hai preso prima la ricetta... aggiungila.
      Ciao.
      Dann

      Elimina
  4. A Carnevale il fritto è d'obbligo. Ottime per domani! Da oggi ti seguiamo anche noi...se ti va passa a trovarci!!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Dann, complimenti per queste frappe! Sono davvero invitanti!
    Non mi sono offesa affatto per il tuo post, anzi mi sono meravigliata e sono rimasta a bocca aperta davanti al tuo commento! Pensa che sono corsa subito a guardare le tue foto!
    Abbiamo la stessa tovaglia!!!! Non mi era mai capitato!
    Alla prossima e complimenti per le ricettine sfiziose...

    Lisa

    RispondiElimina
  6. ciao Dann! originali! belle ed invitati! Senti però manca la foto della preparazione del "durante" come da regolamento (vedi mio post) Puoi inserirla per piacere e rimandarmi il link? grazie :-) buona giornata

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".