mercoledì 1 maggio 2013

Budino bicolore

Anche questa facilissima, light, fresca ricetta è dettata dalla mia convintissima adesione alla setta dei “nonsibuttavianientealtrimentièpeccato”.
Infatti la nascita di questo budino/gelé è dovuto al fatto che quando ho fatto QUESTO QUI me ne avanzò un poco che misi ugualmente nello stampino.
Il giorno dopo mi ritrovai con questo minibudino lo guardai e per dargli una sua dignità pensai di unirlo con QUESTA adattandola un poco (sia per raggiunti limiti di età e sia perché aveva l'esigenza di dover “stare in piedi”).
L’esperimento è riuscito.
La fotografia l’ho fatta.
Pedro Bò ha apprezzato…
E vissero tutti felici e contenti!

 


Budino bicolore.
Per 5 persone:
 

Ingredienti per il budino ai frutti rossi
100cc di succo e polpa di 1 arancia rossa
200g di frutti di bosco misti o lamponi o fragola
50g di zucchero di canna chiaro
1,8g di agar-agar in polvere
 

Ingredienti per il budino al latte
½ lt di latte scremato
1,8g di agar-agar in polvere
50 gr di zucchero di canna chiaro


Procedimento:
Spremere l’arancia e con un frullatore ad immersione frullate con l’agar-agar in modo che risulti il più liscio possibile. Dopodichè riunire la polpa che rimane nello spremiagrumi (dopo aver tolto i semi) e lo zucchero e mescolare animatamente con una frusta finché lo zucchero non si sarà sciolto.
Mettetelo in un pentolino, girate e fate bollire finché non diventa un poco più denso (ci vorranno cicra 10 minuti), spegnetelo e mettetelo negli appositi contenitori da budino (quelli con 2 tappi); oppure prendete delle coppette, riempitele d’acqua e svuotatele lasciando che siano ancora bagnate, versateci il composto e lasciate in frigorifero per almeno un’ora.
Nel frattempo preparate la parte bianca: mettere l’agar agar nello zucchero e mescolare in mofo che l’agar agar si distribuisca.
Metterli nel latte in un pentolino che porterete al bollore.
Date una frullata con un frullatore ad immersione.
Fate riprendere il bollore e sempre girando spegnete.
Lasciate che si raffreddi dopodichè (se è passata un’ora) prendete dal frigorifero gli stampini e versateci sopra il budino bianco.
Rimettete in frigorifero e fate passare almeno un'altra ora.
Al momento di servire rivoltatele e si dovrebbero staccare altrimenti aiutatevi con un coltellino se la forma della coppetta ve lo consente o fate l’operazione con più “violenza” oppure, come mi ha suggerito una lettrice (
Roberta Gavioli), mettete le coppette per un attimo (4 o 5 secondi) in acqua bollente senza che l'acqua tocchi il budino, girate e voilà il budino scenderà (Grazie Roberta!).

N.B. Comunque per la quantità dell’agar-agar seguite le indicazioni sul suo barattolo.

3 commenti:

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".