mercoledì 29 maggio 2013

Crêpes salate

Trovo che siano di una facilità estrema e fanno sempre fare una gran figura… poi con questo metodo facilitato ci vuole veramente poco.
Provare per credere.


Per 3 crêpes medio/grandi (ø 25cm):
100 g di farina
200 ml di latte scremato (o 100 latte + 100 acqua)*
1 uovo
1 cucchiaino raso di zucchero
un pizzico grande di sale 

pochissimo olio o burro per la padella

Per farcirle:
5 o 6 fette di prosciutto cotto
100g di fontina o caciocavallo o caciottina o provolone dolce
oppure
funghi/besciamella/pepe nero
oppure
salmone/labna bianco (QUI la mia ricetta)/barbe di finocchio** 

oppure
salmone/direttamente labna all'erba cipollina (sempre QUI la mia ricetta)/senza barbe
oppure
stracchino o certosa o squaquerone

*   io faccio così quando ho solo il latte intero

** le foglie verdi dei finocchi

Preocedimento.

Ho messo gli ingredienti per le crêpes nel bicchiere del frullatore ad immersione e ho frullato fino a rendere tutto omogeneo (se il composto non fosse abbastanza liquido - deve essere tipo lo yogurt - aggiungere un poco di latte/acqua).
Ho fatto riposare questa pastella per mezz’ora (10 minuti vanno bene lo stesso).
Con un pennello da cucina ho unto una padella antiaderente (circa 25cm di diametro) con olio, messa su fuoco medio/alto e quando la padella era diventata calda ho versato un terzo del composto inclinando subito in tutte le direzioni in modo che la pastella coprisse tutto il fondo della padella (ecco perché il composto deve essere abbastanza liquido, altrimenti anche con l’effetto del calore, non si distribuirà ed invece di una crepe otterrete un pancake - frittelle americane molto spesse di circa 10 cm di diametro).
Ho fatto cuocere dallo stesso lato per 3 minuti (+o-) assicurandomi che fosse ben staccata e nel frattempo ho messo su metà della superficie un paio di fette più qualche ritaglio di prosciutto cotto e sopra qualche fetta finissima di formaggio (io non le uso – neanche quelle biologiche – ma come le sottilette), piegato a metà (mezza luna) chiuso con un coperchio e fatto cuocere per un minuto scarso. Ho piegato ancora a metà (triangolo), girata una volta e fatta cuocere coperta per un attimo. L’ho messa da parte e ho ripetuto tutto per altre due volte.
Le ho messe tutte e tre in una pirofila e prima di mangiarle le ho passate per un paio di minuti in forno caldo a 180°.

1 commento:

  1. è una vita che non le preparo, mi hai fatto venire voglia di mangiarle, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".