lunedì 3 giugno 2013

Ti spunta un “fiore” in bocca!

Ricetta numero 5 per il concorso Ponti (QUI):


 

Questa volta ho usato i fiori piccoli che si trovano attaccati alle zucchine.
Quindi è d’obbligo che nella mia pasta velocissima di verdure trionfino le zucchine. 


Bavette velocissime con verdure

bavette o linguine (80g a testa)
zucchine con fiore (1 a testa)
melanzana
alici conservate sotto sale (1 a testa)
peperoni Ponti
capperi sotto sale Ponti
aceto balsamico Ponti
pane vecchio (2 giorni al massimo)
pinoli
aglio (mezzo spicchio a testa)
peperoncino secco
olio extravergine d’oliva
sale grosso e fino q.b.
 

Come per questa pastasciutta QUI preparate la “muddica” cioè (cito da fonti sicure… me stessa: “un briciolame fino di pane secco tostato che veniva sostituito al parmigiano o al pecorino in tante ricette soprattutto di cucina siciliana povera: prendete del pane del giorno prima o al massimo di due giorni, fatelo a pezzetti, mettetelo in un robot e fatelo sbriciolare grossolanamente. Prendete queste briciole e mettetele a tostare in un padellino caldo così senza nessun grasso, “a secco”, unite anche le mandorle i pinoli e fate dorare”).
Mettete su anche l’acqua per la pasta e quando bolle unite il sale grosso e le linguine.
In una padella a fuoco alto, meglio se è una wok, scaldare l’olio, mettere l’aglio, il peperoncino frantumato, le alici e i capperi sciacquati bene entrambi dal sale, sfiammare con l’aceto balsamico, abbassare a fuoco medio e appena si imbiondisce l’aglio mettere le zucchine senza fiori tagliate a rondelle, la melanzana fatta a dadini e lasciarle cuocere a fuoco medio – ci vorranno forse 20 minuti – dopodichè unire i fiori mondati del pistillo e tagliati a metà e i peperoni-Ponti ben sciacquati.
Aspettate che sia pronta la pasta, prima di scolare prendete una tazza dell’acqua di cottura (detta anche “acqua miracolosa” vedi sempre QUI).
Rimettere la padella su fuoco alto, far andare circa 30 secondi in modo che sia tutto a temperatura alta. Mettere la pasta nella padella facendola altare e se fosse troppo asciutta unire un poco di acqua di cottura.
Spolverate con il “briciolame” tostato insieme ai pinoli e portate in tavola direttamente nella padella/wok.


P.S. A fine cottura se vedo le teste d'aglio le tolgo per evitare di venire odiata nelle ore successive alla cena.

Con questa ricetta partecipo al Contest di Cuoco di Fulmine:

3 commenti:

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".