giovedì 25 settembre 2014

Frollini al caffè e cioccolato

Penso proprio che questi saranno gli ultimi biscotti – dolcetti - dolci – torte che inserirò per il futuro: da ora in avanti solo ricette di "salati"!!!!!
Questo perché sto frequentando un corso professionale di Pasticceria alla scuola A Tavola con lo Chef di Roma che è cominciato il 15 settembre.

Mi sto accorgendo che le mie idee erano sicuramente tante ma assolutamente ben confuse!
Avevo qualche certezza... smentita.
Convinzione? Sbagliata.
Principio? Inutile.
Insomma devo cominciare tutto da capo.
Comunque finora ho conosciuto solo due docenti… ma dato che “il buongiorno si vede dal mattino”… mi immagino gli altri.
Sono più che felice e dato che
pasticceria = scienza esatta
spero che qualcosa nella mia testa in cui regna
l’approssimazione,
l’istinto,
il pressapochismo,
il “più o meno”,
“un pizzico di questo” e “un’idea di quello”…
si crei un poco d’ordine che mi dia delle regole ferree (che io sicuramente infrangerò prima o poi... ma "poi" sarà almeno tra un paio di anni… Giuro!!!!!!!!!!)


E ora la mia umile ricetta dei miei semplici – ma buoni – frollini: 

 
300g di farina
1 uovo
130g di zucchero di canna chiaro (tipo Demerara)
80g di burro
100g di cioccolato fondente
15g di caffè solubile
½ bustina di lievito (7g e non vanigliato)
un pizzico di sale
½ bicchiere d’acqua

Scaldare l’acqua e scioglierci il caffè e metterlo da parte.
Far ammorbidire il burro.
Mettere la farina, il lievito, lo zucchero, il sale In un robot e far andare a “pulse” per 5 o 6 volte.
Sciogliere il cioccolato in un pentolino dal fondo spesso a fuoco bassissimo e far intiepidire, unire ora l’uovo, il burro ed il caffè e far andare finché non si formano delle briciole.
Spegnere e raccogliere tutto in un disco alto 3 o 4 centimetri e mettere in frigorifero per 20 minuti avvolto nella pellicola.
Riprendere, rilavorare 10 secondi, stendere allo spessore di 4 millimetri e con un stampino formare i biscotti che posizionerete su di una teglia coperta da un foglio di cartaforno.
Mettere in frigorfero per 15 minuti e poi cuocere in fporno già caldo a 180° per 10/15 minuti
Far raffreddare su di una gratella prima di assaggiarli (cambia tantissimo la consistenza).

17 commenti:

  1. Quando si tratta di scienza perfetta, io non sono proprio la persona + idonea :_P non riesco nemmeno a sforzarmi a seguire esattamente una ricetta filo x segno....invece mi sa che devo imparare a partire da questi "umili" e stragolosisssimi biscotti ^_^

    RispondiElimina
  2. questi mi mancavano: troppo buoni!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".