venerdì 30 maggio 2014

Torta di cioccolato e fragole

100g di fecola (al limite farina)
60g di farina di mandorle
30g di zucchero di canna
200g di cioccolato
5 uova
70g di burro
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

Per la bagna:
100cc di acqua
40g di zucchero di canna
4/5 fragole

Per guarnire:

1 fragola 

zucchero a velo

Tirare fuori dal frigorifero le uova e montare con lo zucchero e il sale finché non triplicano il volume (circa 20 minuti).
Mischiate la farina di mandorle, la fecola ed il lievito in una ciotola facendo attenzione che non rimangano grumi.
Sciogliete il cioccolato a pezzetti con il burro in un pentolino su fuoco bassissimo, mescolate ed una volta tiepido unite alle uova ed alla farina mescolando con cura dal basso verso l’alto.
Oliate con un pennello una pirofila e cuocete in forno già a 170° per 45 minuti.
Mentre cuoce preparaate la bagna facendo bollire mescolando l’acqua, lo zucchero e le fragole tagliate a dadini per circa 15’ minuti.
Spegnete e passate con il minipimer. Una volta freddo passate in un passino e tenete da parte.
Quando il dolce è cotto versateci sopra la bagna.
Lasciar agire per 10' minuti e se rimanesse eliminare il liquido in più, guarnire con la fragola e spolverare con zucchero a velo (essendo la torta bagnata lo zucchero rimarrà solo sulla fragola).

giovedì 22 maggio 2014

Brownies e blondies senza glutine

L’idea di fare insieme brownies e blondies ce l’ho già avuta un poco di anni fa (vedi QUI) e di altre ricette nel mio blog e pieno (vedi QUI alla voce “Brownies, cupcake, muffin, scones…): nessuna ricetta è obsoleta o passata - tranne se in qualcuna c’è del lievito che ho scoperto da poco NON si deve usare per questi dolcetti americani - la varietà è solo dovuta al fatto che mi piace provare cose nuove, appena vedo una ricetta nuova me ne innamoro e non posso fare a meno di provarla.
Ora però mi sono fermata e a parte il mix di farine senza glutine miracoloso uso da un anno sempre queste due ricette: quindi sono stra-sperimentate, approvate da amici e familiari e quando voglio fare bella figura e minimo sforzo faccio una delle due o entrambe e dopo il raffreddamento in frigorifero - trucco fondamentale… lo diceva sempre mia nonna: “la gatta presciolosa fece i gattini ciechi” - taglio e metto a scacchiera come
QUI).
Se poi se voi avete un poco più di voglia e la/le pance ve lo permettono serviteci accanto – soprattutto per i Brownies – della panna semimontata e non zuccherata.


Brownies
30g di farina di manioca*
20g di farina di riso*
20g di fecola di patate*
150g di cioccolato fondente
50g di burro
150g di zucchero di canna (tipo Demerara)
30g di cacao
2 uova
100g di mirtilli rossi secchi
100g di noci
vaniglia vera (no vanillina)
un pizzico di sale

* Se non avete problemi di celiachia o semplice intolleranza al glutine usate al posto del mix delle tre farine 100g di semplice farina 0.

Mettete in un pentolino da fondo spesso le noci frantumate grossolanamente e fate tostare per un paio di minuti. Dopodiché aggiungere un cucchiaio dei 150g d zucchero e solo inclinando e roteando il pentolino fate andare per un minuto (lo zucchero si dovrebbe essere un poco cristallizzato ed u poco sciolto: stendere su della carta-forno e tenere da parte.
Sciacquare con acqua tiepida i mirtilli e tenere da parte.
Mettete in una ciotola il burro ed il cioccolato fatto a pezzetti e fate fondere a fuoco bassissimo.
Ora mettete in una grossa ciotola le farine, il cacao, il sale e lo zucchero rimasto, mescolate bene il tutto e schiacciate i grumi del cacao.
Unite le uova leggermente sbattute come per una frittata.
Unite tutti gli altri ingredienti e mischiate quel tanto che serve per rendere omogeneo il composto.
Ora versate il composto in una teglia quadrata di circa 25cm per lato oliata sui lati, con un foglio di carta-forno a coprire solo il fondo (oppure usate una teglia in silicone – comodissima perché non va unta – appoggiata in una più grande per lo spostamento che altrimenti sarebbe impossibile).
Infornate nel forno già caldo a 180° e cuocete per 25' minuti.
La prova stecchino non conta perché questo dolce deve essere un poco umido all’interno.
Dopo che si è raffreddato mettere in frigorifero per mezz’ora.
Dopodiché tagliare a quadrati di 4/5cm per lato.
Gustateli con un’idea di panna “sciapa” come ho detto nell’introduzione.

Blondies

40g di farina di manioca* 
30g di farina di riso* 
30g di fecola di patate*
150g di cioccolato bianco
50g di burro
150g di zucchero di canna (tipo Demerara)
2 uova
100g di mirtilli rossi secchi
100g di pistacchi (non salati**)
vaniglia vera (no vanillina)
un pizzico di sale


* Se non avete problemi di celiachia o semplice intolleranza al glutine usate al posto del mix delle tre farine 100g di semplice farina 0.


** Se li avete solo salati scicquateli bene con l'acqua e non usate il pizzico di sale.
 

Stesso procedimento dei Brownies tranne che in questi c’è l’ananas fresca che anche se sgocciolata sarà comunque più banata e quindi ci vorrà qualche minuto in più di cottura.
Quindi: 30 minuti a 180° gradi.
Dopo che si è raffreddato mettere in frigorifero per mezz’ora.
Dopodiché tagliare a quadrati di 4/5cm per lato e servite.

P.S. Se avete fatto anche i Brownies potete metterli a scacchiera come QUI.

mercoledì 14 maggio 2014

Tortine di mais

Sono QUESTE ma con la farina di mais... adoro cambiare le ricette!!!!!

150g di farina (preferibilmente “0”)
150g di farina di mais Fioretto (al limite anche la Bramata ma non la precotta)
250g di yogurt bianco 0%
50ml di olio
2 uova
150g di zucchero di canna
limone biologico o vaniglia vera (se non l'avete NO vanillina) 
1/2 bustina di lievito (!!!!! l'avevo dimenticato)

 un pizzico di sale

Decorazione (facoltativa):
zucchero in granella
mais in scatola
marmellata o miele

Procedimento:
In una grande ciotola rompere le uova tirate fuori dal frigorifero mezz’ora prima e sbatterle insieme allo zucchero con una forchetta o una frusta per un paio di minuti. Unire l’olio e lo yogurt e mescolare finché il composto è omogeneo.
Unire la farina ed il lievito setacciati insieme e il sale e la buccia del limone grattata o la vaniglia.
Mescolate delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola avendo cura di prendere bene infondo e da tutti i lati.
Riempire una teglia con gli appositi pirottini (QUI al n.20) e cuocere nel forno portato già alla temperatura di 180° per 25’ minuti.
Spennellate la superficie delle tortine o con pochissima marmellata o con il miele mettete un pizzico di granella di zucchero e qualche chicco di mais.

venerdì 9 maggio 2014

Clafoutis all’ananas con coulis di mirtilli

E’ la semplicità fatta dolce, è una crèpe con le fattezze di una torta:
l’ho fatta alle 8.20 di una sera in cui facevo una cena ed avevo preparato di tutto e di più lasciandomi il dolce per ultimo… ma vista l’ora avevo rinunciato.
Poi dato che non mi lascio abbattere tanto facilmente, dato che il resto era tutto stranamente pronto, io ero pronta e dato che gli invitati ritardavano un poco...
Clafoutis all’ananas, anzi Flognard all’ananas – il clafoutis è solo quello con le ciliegie – ma dato che flognard suona orrendamente…
Clafoutis all’ananas con coulis di mirtilli …e vive la France!


100g di farina 0
1 uovo
1 cucchiaio di zucchero di canna
400g di ananas
1 bicchiere di latte
1 pizzico di sale
200g di mirtilli
50g di zucchero di canna
succo di mezzo limone

Mischiare tutti gli ingredienti tranne l’ananas che taglierete a fette e poi dividerete 16 pezzetti.
Una volta omogeneo l’impasto unite il succo del taglio ed i pezzi di frutta, mischiate delicatamente.
Oliate una pirofila più o meno di 22cm di diametro, versate il contenuto e cuocete in forno già caldo a 170° per 25 minuti.
Portate a tavola tiepido se non si riesce a sformare ognuno si serve direttamente nella pirofila con un cucchiaio e un poco di coulis.
Oppure come ho fatto nella fotografia: spolverata di zucchero a velo ed un cucchiaio di coulis al lato.
La coulis non è altro che una marmellata con poco zucchero e poco cotta… Quindi per preparala mettete gli ultimi tre ingredienti in un pentolino, girate e fate cuocere per un quarto d’ora.

P.S. Praticamente nella fotografia non c’è altro che una crèpe con la marmellata!

martedì 6 maggio 2014

Lasagne bianche con verdure varie

Vanno benissimo per i vegetariani ma non per i vegani perché c’è il formaggio (sia lo stracchino sia nel pesto – io comunque una volta l’ho fatto senza per una mia amica a cui in quel periodo il medico lo aveva tolto… ed era buonissimo uguale). 
 
Dosi per 5 persone

Per la pasta fresca (dicono per persona ma è tantissima*):
50g di farina 0
50g di semola
1 uovo
1 pizzico di sale

Per condire:

150g di stracchino
50g di pesto
3 patate medie
1 cipolla grande (di Tropea o Cannara cmq dolce)
olio extravergine d’oliva
1-2 cucchiai di parmigiano
pepe nero macinato fresco

* sopratutto se la spianate con la macchinetta.
Il giorno prima impastate la farina con le uova leggermente sbattute con il pizzico di sale.
Lavorate l’impasto finché non risulta abbastanza liscio raccoglietelo in una palla, copritelo con della pellicola e lasciate riposare in frigorifero per tutta la notte o fuori almeno un paio d’ore.
Riprendete l’impasto e stendete la sfoglia (o siete una “sfoglina” professionista oppure è utilissima la macchinetta – 2v. nella posizione più grande, 1v. nella posizione centrale, 1v. nella penultima… sempre girandola di 90 gradi e ripiegandola quanto basta).
Mettete sul fuoco una teglia rettangolare che abbia il fondo adatto o il tegame più largo che avete con 4/5 dita d’acqua salata.
Quando bolle mettete la prima striscia di pasta il più stesa possibile e tenetela un paio di minuti, toglietela e stendetela su un panno pulito e fate via via le altre.
In una ciotola unite lo stracchino, il pesto e mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta e mescolate.
Lessate e schiacciate le patate come per un purè (se una volta lessate con la buccia le tagliate a metà e le mettete nello schiacciapatate con la parte tagliata a contatto dei fori non ci sarà neanche bisogno di sbucciarle perché la buccia rimarrà nello schiacciapatate er dovrete semplicemente toglierla prima della prossima “schiacciata”… si risparmierà un sacco di tempo o di ustioni).
A vapore cuocete gli asparagi o cuocete la verdura scelta (piselli, fagiolini…) e la cipolla pulita e tagliata a pezzi grossi.
Ora componete la lasagna in una pirofila oliata con un pennello o con le dita ma senza esagerare::
cominciate con uno strato di pasta, poi patate, poi cipolle ed asparagi, poi pesto e stracchino, poi di nuovo pasta e ripetete fino a quando finiscono gli ingredienti o la pirofila (non si devono fare più di cinque strati).
Per ultimo mettete la pasta e sopra del pesto/stracchino con una spolverata di parmigiano ed una macinata di pepe nero. 

Ora infornate nel forno caldo per 30 minuti e poi 5 di minuti di grill.

Con questa rticetta vorrei partecipare al Contest del portale