sabato 11 febbraio 2012

Morette

Non sono muffin.
Non sono cupcake.
Sono solo delle semplicissime tortine al cioccolato.
Buone, sincere, italiane e soprattutto anziane… anzi proprio vecchissime.
La ricetta era della bisnonna di una mia amica che l’ha fatta, rifatta, ririfatta eppoi la nonna della mia amica l’ha fatta, rifatta, ririfatta eppoi la mamma l’ha fatta, rifatta, ririfatta eppoi lei l’ha fatta, rifatta, ririfatta eppoi io l’ho fatta e la rifarò.
Ugualeuguale. 
Giuro!

150 g di farina (io integrale)

150 g di zucchero (io di canna)
75 g di cacao amaro
½ bicchiere di latte (io scremato)
½ bustina di lievito
1 uovo
1 pizzico di sale
acqua q.b. 

La Dott.sa Salgarelli de sito QB (QUI) ha calcolato l'aapporto nutrizionale di queste leggerisime tortine:
  • Kcal per porzione: 183
  • Proteine: 5,56g (12.16%)
  • Lipidi: 3.61g (17,76%)
  • Carboidrati: 34.23g (70.09%)
Ad essere proprio virtuosi, si può abbassare leggermente la quota di zucchero (100g al posto di 150g) e di cacao (60g al posto di 75g) per ottenere una tortina ancora più light:
  • Kcal per porzione: 152
  • Proteine: 5,18g (13.65%)
  • Lipidi: 3.13g (18.55%)
  • Carboidrati: 27.49g (67.81%)

Le istruzioni della ricetta originale dicevano di mischiare tutto ed infornare, io ormai vado in automatico così:
Montare l’uovo a temperatura ambiente con lo zucchero e il pizzico di sale finché il composto non raddoppia e diventa giallo paglierino.
A questo punto versare a pioggia mescolando delicatamente, da basso verso l’alto, la farina, il cacao e il lievito setacciati precedentemente insieme. Per rendere il composto più morbido, se serve, unire un poco d’acqua calda.
Mettere dei pirottini (al n° 20) nell’apposita teglia da muffin ed infornate a 180° per circa 25 minuti. 


2 idee per San Valentino: ho visto in un negozio di attrezzature per la cucina delle teglie per tortine a forma di cuore: potreste farne tanti e questa sarebbe la torta per San Valentino.
Oppure un cuoricino solo (se vi piacciono poco i dolci) diviso a metà a zig zag (come si disegna il cuore infranto), le due metà messe accostate in un piatto (le 2 metà che finalmente si sono trovate e che si completano) su un letto di crema inglese o simili.


Con questa ricetta partecipo al Contest di Valentina:

e anche a: Cucinando con il cuore:

6 commenti:

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".