giovedì 9 febbraio 2012

Piccoli plum-cake di carote light

La ricetta è presa dal blog QB, la trovate QUI, io ho fatto solo delle piccolissime modifiche e invece di una torta normale ho fatto dei piccoli plum-cake. 
Inutile dire che sono leggerissimi: sono perfetti se si sta a dieta (basta mangiarne uno al giorno – questi sono piccolissimi: sono grandi meno di un muffin - 4x6cm), perfetti per la colazione e perfetti anche per la merenda dei bimbi.

300g di carote
250g di farina
100g di zucchero di canna
125g di yogurt bianco magro
2 uova
60g di albicocche secche
buccia di 1 limone biologico
1 bustina di lievito per dolci

Sbattere in una terrina le uova a temperatura ambiente e lo zucchero fino a che il composto non raddoppia almeno il suo volume e diventa soffice e spumoso.
Ora aggiungete le carote crude che avrete grattugiato con l’apposita grattugia a fori grossi (c’è anche nei robot) e la buccia di linone anch’essa grattugiata e lo yogurt.
Aggiungere poco alla volta la farina che avrete setacciato con il lievito in cui avrete unito le albicocche tagliate a dadini – questa operazione è proprio perché le albicocche secche dato che sono umide e appiccicose tendono ad “ammallopparsi”, con l’aiuto della farina faremo in modo che si distribuiscano. Mescolate bene tutti gli ingredienti con una frusta o con una spatola facendo un movimento delicato dal basso verso l’alto.
Versare l'impasto nell’apposita tortiera da plum-cake monoporzione o da muffin (se lo avete usate il dosatore dei gelati a molla… è comodissimo) e cuocere in forno a 200° per circa 20 minuti.
Fateli raffreddare e spolverateli di zucchero a velo (sarebbe perfetto lo zucchero a velo di canna - QUI al n. 6 - ma io non avevo voglia e fantasia di farlo).
Se sono destinati ad un fine pasto accompagnateli con una crema inglese con spolverata di cannella (Dieta? Perché? Lunedì!). 


P.S. Valgono le 2 idee per San Valentino di QUESTA ricetta con l'unica differenza che questa è adatta a palati più "salutisti". 

Anche con questa ricetta parteciperò al Contest di Valentina "le ricette del cuore" (questa è anche una ricetta del cuore nel senso dei pochissimi grassi e che quindi non grava sul cuore... scientificamente parlando). Vabbè... Come al solito mi sono capita da sola.

5 commenti:

  1. molto buona, mi piace che ci hai abbinato le albicocche secche, come gusto si incontrano proprio bene con le carote

    RispondiElimina
  2. deve essere leggera e gustosa...dopo le abbuffate e nn di Natale ma di sempre ci dobbiamo un po' contenere...bravaaa ^_^

    RispondiElimina
  3. Dunque:
    grazie @ Stefania e Monia,
    per quanto riguarda CB57, alias Pedro Bò, alias il mio compagno che sta in giro per l'Italia, incontrando ogni tipo di calamità naturale (terremoto a Bologna, bora a Trieste, un freddo pazzesco a Trento... a Firenze c'ero anchio con figlia e cana - LaTitti - un terzetto che è peggio di una calamità... vabbè.
    Volevo dire.
    E' rinomato che io faccio dolci in continuazione.
    E' rinomato che passo la domenica tra farina e uova, lievito e zucchero... insomma... ho il freezer pieno!!!
    Quindi,
    e io????
    ... e tutti voi!
    Magari!
    Qui c'è anche la neve - obbligo di catene a bordo - divieto di circolazione - io devo fare l'iniezione...
    Aaargh!
    Come faccio?
    Sembra la novella della capra e i cavoli... Vabbè questa è un'altra storia.
    Ciao, CB57, ti tel. dopo.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".