lunedì 15 ottobre 2012

Rotolo al cioccolato e nocciole

In Italia si prferisce il Pan di Spagna ma il vero rotolo è fatto con la Pasta Biscotto o Biscuit:
Si possono però usare anche la Pasta Génoise o Genovese e la Pasta Margherita.
Io ho usato la Génoise perché non amo molto il Pan di Spagna… ma sta a voi decidere, l’importante è che sia sofficissima, non cotta troppo altrimenti si secca e non si riesce a piegare perché si spezza tutta.
La Génoise è leggerissima (bisogna considerare l’accoppiata con la Crema al Cioccolato Leggera ma sempre Crema al Cioccolato è!), perfetta per questo uso e può essere profumata con la scorza grattata di limone o arancio biologico, vaniglia naturale – NON vanillina, un bicchierino di liquore, una tazzina di caffè ristretto o frutta secca macinata finissima.
Questa ricetta partecipa al Contest della Rigoni di Asiago su ricette natalizie – ora in realtà non è molto natalizia ma avendo un po’ di fantasia si adatta benissimo a molti usi
(marmellata di arance amare o frutti di bosco,
buccia d’arancio o mandarino,
noci, mandorle o nocciole,
datteri o fichi secchi…
BUON NATALE!)


Ingredienti per 10 persone:

Génoise o Pasta Genovese
140g di farina
140g di zucchero di canna
60g di burro
4 uova
1 pizzico di sale
vaniglia
(è facile: ogni uovo 35g di farina, 35g di zucchero, 15g di burro)

Crema al Cioccolato e Nocciole Leggera:
150g di Nocciolata Rigoni
100g di cioccolato fondente
250g di ricotta confezionata
50cc di acqua

zucchero a velo*
 
Per la Génoise:
Rompere le uova portate a temperatura ambiente e con lo zucchero metterle in una terrina possibilmente d’acciaio su un “bagnomaria” (nel “bagnomaria” l’acqua non deve mai bollire ma “fremere”. Montare con delle fruste elettriche finché il volume del composto non si è triplicato e lo stesso e diventato un giallo chiarissimo.
Dopo aver setacciato la farina e mescolato con i semini della bacca di vaniglia e il sale, unire al composto delle uova facendo attenzione ad essere molto delicati mescolando sempre molto lentamente dal basso verso l’alto, un cucchiaio di “polveri” per volta – non c’è il lievito e quindi l’alzata dipende tutta dalle uova montate.
Rivestite una teglia rettangolare (+ o – 40x30cm) con un foglio di carta da forno, stendetevi l’impasto livellandolo con il dorso di un cucchiaio (NON sbattete la teglia: il composto si smonterebbe).
Infornate a 195° per 12/15 minuti (Attenzione alla cottura, altrimenti diventa troppo secco e non si riesce più a manipolare.
Sfornare e rivoltare su un canovaccio da cucina pulito. Togliere delicatamente la carta da forno e aiutandosi con il panno arrotolare come il prodotto finito, arrotolare nel panno e lasciar raffreddare per circa ½ ora.
Srotolare e farcire con la crema di cioccolato, riarrotolare senza stringere e mettere la falda sotto. Spolverare con lo zucchero a velo e servire.

Per la Crema:
Fondere in un pentolino capiente con il fondo spesso il cioccolato, unire l’acqua bollente per aiutarsi e sempre mantenendo la fiamma bassa
unire la Nocciolata e la ricotta mischiando a mano.
Una volta omogeneo spegnere il fuoco e una volta tiepido frullare con un Minipimer per rendere questo composto perfettamente liscio.
Farcirci il rotolo.

* se vi sentite particolarmente volenterosi e salutisti... fatelo voi “di canna” (vedi QUI al n.6)

Questa ricetta partecipa al Contest della Rigoni di Asiago:

11 commenti:

  1. Ottimo rotolo anche io uso questi prodotti!!!!

    RispondiElimina
  2. E' da tanto che non faccio rotolo e il tuo mi ha fatto venire acqualina in bocca, complimenti per la crema!

    RispondiElimina
  3. e chi resiste a questa delizia!
    bravissima!
    felice serata!

    RispondiElimina
  4. il tuo rotolo è perfetto !

    RispondiElimina
  5. Che rotolo goloso, mi piace molto la crema, complimenti!

    RispondiElimina
  6. @ Mariangela,
    @ Emily,
    @ Squisito,
    grazie.
    Dann

    RispondiElimina
  7. buono il rotolo! devo provare la nocciolata, non la trovo in zona purtroppo, appena mi capita già l'ho segnata in lista! ciao cara!

    RispondiElimina
  8. @ Ale:
    scusa, ma ho trovato ora il tuo commento.
    Ciao e grazie,
    Dann

    RispondiElimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".