giovedì 4 luglio 2013

Gelatine alle albicocche

Bellissime e con pochissime calorie come QUESTE sono veramente facili e sane: è frutta fresca di cui solo una parte è stata portata ad alta temperatura.
Da provare! 

P.S. In giappone questi budini di frutta con l'agar-agar li chiamano "kanten": sono i dolci più leggeri in assoluto! 
Tra l'altro pare che "l’agar agar che è un’alga insapore, oltre ad essere un agente gelificante vegetale ha altri numerosi pregi: è lubrificante dell’intestino, leggermente lassativa, rilassante e stimolante della tiroide grazie al suo contenuto di iodio e quindi aumentando il metabolismo ha un piacevole effetto dimagrante!" dal blog http://blog.laviamacrobiotica.it/un-dolce-dimagrante-il-kanten-di-frutta/

 
Per 5 persone:
300+300g di albicocche denocciolate
100g di zucchero di canna chiaro (tipo Demerara)
3,5g di agar-agar in polvere

Procedimento:
Direttamente in un pentolino capiente frullate 300g di albicocche con lo zucchero fino a che non si sia ben sciolto e il composto risulti omogeneo.
Unire l’agar-agar e frullate ancora un attimo. Mettete sul fuoco e fate bollire per 3/4 minuti girando con un cucchiaio.
Dopodichè unire le albicocche rimanenti tagliate in una dadolata di circa un centimetro unendo anche il liquido che sicuramente hanno fatto girando velocemente e accuratamente tutto con un cucchiaio.
Con questo composte riempite degli stampini monoporzione (io avevo questi a forma di rosa in silicone ma vanno benissimo anche quelli “usa e getta” di alluminio purché prima di versarci il composto abbiate l’accortezza di riempirli d’acqua togliendola subito lasciandoli ancora umidi.
Lasciate in frigorifero per almeno un’ora.
Al momento di servire rivoltatele e si dovrebbero staccare altrimenti aiutatevi con un coltellino se la forma ve lo consente o fate l’operazione con più “violenza” oppure, come mi ha suggerito una lettrice (Roberta Gavioli), mettete le coppette per un attimo (4 o 5 secondi) in acqua bollente senza che l'acqua arrivi fino all’orlo, girate e voilà la gelatina scenderà (Grazie Roberta!).

N.B. Per la quantità dell’agar-agar seguite le indicazioni sul vasetto. 



CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST:
 

6 commenti:

  1. ciao Dan! ma sono fichissime! immagino buone, e sono un idea geniale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovata! Era tanto che non venivo a trovarti e ora sono stata da te e la permanenza è stata molto interessante.
      Comunque ciao!
      Dann

      Elimina
  2. Risposte
    1. Provare, era facilissimo ma non capivo, poi ho guardato semplicemente la tastiera!!!!
      Ciao,
      Dann

      Elimina

Lascia un segno...
Mi farà molto piacere rispondere o dirti semplicemante "CIAO".